Comprensori

VERIFICA GLI HOTEL IN OFFERTA

Andalo (TN)

Andalo – Area sci Paganella

Con lo skipass “Paganella” avrà a Sua disposizione 50 km di piste e 14 impianti di risalita, situati ad una quota tra 1.040 e 2.125 m d’altitudine. Da Andalo e dalla località vicina Fai della Paganella potrete raggiungere velocemente l’area sciistica. Ci sono piste sia facili che di media difficoltà e portano attraverso gli idilliaci boschi. Sulla leggendaria pista della coppa del mondo “3-tre” potrete misurarvi anche su un percorso da “campioni”, come Zeno Colò che 40 anni fa ha scritto una parte della storia dello sport. Da non perdere è anche la pista più lunga con i suoi 5,2 km, che supera i 1.095 metri. Gli amanti dello snowboard e della neve profonda potranno godere dello Snowpark in cima alla Paganella, dotato di funbox, slides e kicker. Per chi non fosse ancora soddisfatto può passare ai 428 km di piste dello skipass “Skirama Dolomiti”. Potrà così sciare in 8 aree differenti e cambiare piste ogni giorno. Lo skipass ha valore per un solo giorno in ogni località.
 
 

Altopiano di Folgaria (TN)

Altopiano di Folgaria

L’altopiano si trova ad un’altitudine media di 1000 metri nel Trentino meridionale.
L’altopiano di Folgaria basa buona parte della propria economia sul turismo sportivo. L’altopiano è sede di frequentate stazioni sciistiche invernali: vi sono 80 km di piste per lo sci alpino, piste per lo sci di fondo e per lo sci-orienteering, oltre a percorsi percorribili con apposite racchette da neve. Nella stagione estiva sono praticabili escursionismo, golf, equitazione, arrampicata, volo libero e mountain bike. Il campo da golf è presente a Costa di Folgaria e conta su un percorso di 9 buche in ampliamento a 18.
 
 
 

Aosta

Aosta

Aosta è un comune italiano di 35 031 abitanti, capoluogo della regione autonoma Valle d’Aosta.
La città di Aosta si trova all’incirca nel mezzo della Regione Valle d’Aosta, nella piana in cui scorre il fiume principale della regione: la Dora Baltea. Su Aosta dominano importanti montagne tra le quali la Becca di Nona, il Monte Emilius, Punta Chaligne e la Becca di Viou. La città è attraversata da Nord a Sud, all’altezza dell’Arco d’Augusto, dal torrente Buthier, uno dei numerosi affluenti della Dora Baltea.
Lo sci, in tutte le sue declinazioni, può essere praticato in Valle d’Aosta nelle migliori condizioni. Le alte montagne sono il terreno di gioco ideale per lo sci alpino, il free ride, lo snowboard, il free style, lo sci di fondo, lo sci escursionismo, lo sci alpinismo, il telemark, l’eliski, il kite surf. La Valle d’Aosta dispone di centinaia di impianti a fune per oltre 700 chilometri di piste da discesa, circa 400 chilometri di piste da fondo, strutture per il surf acrobatico e oltre 1.200 maestri.
La neve fredda e farinosa delle alte quote consente il piacere dello sci su neve naturale per tutta la stagione. Le stazioni invernali dispongono comunque di impianti per l’innevamento artificiale.
Le 28 località sciistiche valdostane sono all’avanguardia, con impianti di risalita moderni, efficienti e sicuri.
I comprensori sono molto ampi: La Thuile, Courmayeur, Breuil-Cervinia e il Monterosaski offrono ciascuno oltre 100 km di piste). La Valle d’Aosta ha 138 splendide piste per lo sci nordico, per un totale di quasi 400 km, tutte di larghezza regolamentare, segnalate e battute quotidianamente sia per il pattinato che per l’alternato. Diverse stazioni dispongono anche di Foyer de fond con locali per la sciolinatura, caldi spogliatoi, docce ed altri servizi. Snowpark sono presenti in quasi tutte le stazioni sciistiche: una sorta di parco divertimenti sulla neve, dove uno o più tapis roulants a bassa velocità trasportano le persone in cima a brevi pendii attrezzati, forniti di bob, slitte, slittini, biciclette con i pattini, gommoni, airboard ed altri morbidi “oggetti scivolanti” per divertirsi in sicurezza.
La vacanza in valle d’aosta è bella d’inverno quanto d’estate, stagione nella quale è possibile fare escursioni a piedi, in mountain bike, a cavallo, scalare montagne, fare rafting o canyoning o semplicemente rilassarsi ammirando alcune delle più belle ed affascinanti cime del mondo.
 
 

Bolzano

Bolzano

Bolzano è un comune italiano di 105.912 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia autonoma in Trentino-Alto Adige/Südtirol.  a città ospita ogni anno numerose manifestazioni sportive, contrariamente al resto d’Italia, qui lo sport più seguito e praticato non è il calcio, bensì è l’hockey su ghiaccio, inoltre ha dato i natali a moltissimi sportivi.
 
 
 

Campitello di Fassa (TN)

Campitello – Val di Fassa

Campitello di Fassa è un comune italiano di 748 abitanti della provincia di Trento. È uno dei 18 comuni che formano la Ladinia. È una località di montagna sviluppatasi di recente grazie al turismo, sul preesistente e storico insediamento dedito per secoli all’attività agricola e pastorale. È sovrastato dell’imponente mole del Col Rodella che, collegato al paese da una funivia, ne ha fatto una rinomata stazione sciistica decretandone la sua fortuna economica, oltre che per la vicinanza all’importante centro di Canazei.
 
 

Carisolo (TN)

Carisolo

Carisolo è un comune con 974 abitanti della provincia di Trento, situato in Val Rendena, all’imbocco della Val di Campiglio. Nota stazione di soggiorno estiva e soprattutto invernale, disponendo di numerosissimi impianti di risalita per la pratica dello sci alpino e dello snowboard, è uno dei maggiori poli sciistici a livello nazionale. Il comprensorio di Madonna di Campiglio è collegato a quello di Folgarida e Marilleva. Dalla stagione invernale 2011/12 è attivo il collegamento sciistico con le piste di Pinzolo.
 
 

Courmayeur

Courmayeur

Courmayeur è un comune italiano di 2.825 abitanti dell’alta Valdigne, in Valle d’Aosta. Sul suo territorio comunale si trova la montagna più alta d’Italia e dell’ Europa centrale: il Monte Bianco, ed è una rinomata località turistica invernale ed estiva delle Alpi.
Lo sci, in tutte le sue declinazioni, può essere praticato in Valle d’Aosta nelle migliori condizioni. Le alte montagne sono il terreno di gioco ideale per lo sci alpino, il free ride, lo snowboard, il free style, lo sci di fondo, lo sci escursionismo, lo sci alpinismo, il telemark, l’eliski, il kite surf. La Valle d’Aosta dispone di centinaia di impianti a fune per oltre 700 chilometri di piste da discesa, circa 400 chilometri di piste da fondo, strutture per il surf acrobatico e oltre 1.200 maestri.
La neve fredda e farinosa delle alte quote consente il piacere dello sci su neve naturale per tutta la stagione. Le stazioni invernali dispongono comunque di impianti per l’innevamento artificiale.
Le 28 località sciistiche valdostane sono all’avanguardia, con impianti di risalita moderni, efficienti e sicuri.
I comprensori sono molto ampi: La Thuile, Courmayeur, Breuil-Cervinia e il Monterosaski offrono ciascuno oltre 100 km di piste). La Valle d’Aosta ha 138 splendide piste per lo sci nordico, per un totale di quasi 400 km, tutte di larghezza regolamentare, segnalate e battute quotidianamente sia per il pattinato che per l’alternato. Diverse stazioni dispongono anche di Foyer de fond con locali per la sciolinatura, caldi spogliatoi, docce ed altri servizi. Snowpark sono presenti in quasi tutte le stazioni sciistiche: una sorta di parco divertimenti sulla neve, dove uno o più tapis roulants a bassa velocità trasportano le persone in cima a brevi pendii attrezzati, forniti di bob, slitte, slittini, biciclette con i pattini, gommoni, airboard ed altri morbidi “oggetti scivolanti” per divertirsi in sicurezza.
La vacanza in valle d’aosta è bella d’inverno quanto d’estate, stagione nella quale è possibile fare escursioni a piedi, in mountain bike, a cavallo, scalare montagne, fare rafting o canyoning o semplicemente rilassarsi ammirando alcune delle più belle ed affascinanti cime del mondo.

 

Canazei (TN)

Canazei – Belvedere

 La ski area gravita su Canazei, la località più rinomata della Val di Fassa per lo sci, i rifugi, gli après ski e la vivacità della sua vita notturna. Qui gli impianti di risalita sono all’avanguardia, così come la manutenzione e la particolare cura che viene dedicata alle piste. Oltre 100 maestri della Scuola di Sci Canazei/Marmolada, la più vecchia d’Italia, garantiscono la massima assistenza e sicurezza sugli sci; l’insegnamento è condito dall’inestimabile bellezza di un ambiente sano e da panorami eccezionali. Per il fantastico colpo d’occhio sulle Dolomiti – Gruppo del Sassolungo, Sella, Sass Pordoi, Tofane, Marmolada e Catinaccio-Rosengarten (Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco) – è stato battezzato Belvedere. Si raggiunge in pochi minuti da Canazei con la moderna telecabina ad agganciamento automatico oppure in macchina percorrendo alcuni chilometri lungo la Strada Statale 48 delle Dolomiti. In questa zona sciistica si trovano 17 km di piste per ogni livello di difficoltà (prevalentemente rosse) e l’attrezzato Dolomiti Snowpark riservato ai freestyler con annesso Baby Park (Funpark Enrosadira). Dalla conca assolata del Belvedere è possibile, attraverso la pista che scende verso Pian de Frataces-Lupo Bianco, spostarsi nella vicina ski area del Col Rodella, rientrare fino a Canazei lungo il tracciato del bosco, oppure raggiungere Arabba o la vicina Val Gardena. E’ il punto di partenza per il mitico Giro dei Quattro Passi (Sellaronda), lo skitour di circa 40 km considerato fra i più belli e spettacolari al mondo. Il Col dei Rossi del Belvedere è inoltre un’area di decollo privilegiata per gli amanti del parapendio e del deltaplano. In paese ci sono alcuni campi scuola per principianti e asili sulla neve per i bambini.

 

Primiero (TN)

Primiero – Passo Cereda

 
La pista da sci di Primiero si trova a distanza di 9 km dal paese presso Passo Cereda ed è adatta soprattutto a chi vuole imparare a sciare. Passo Cereda è il valico alpino, situato ad un’altezza di 1.369 m.s.l.m. che collega la Valle di Primiero con la Valle del Mis. Vicino alla pista da sci c’è anche una pista per slittini. Le aree sciistiche nei dintorni, come San Martino di Castrozza ed il Passo Rolle, sono distanti solo 30 minuti in macchina o con lo skibus gratuito. In questa zona si pratica anche lo sci da fondo. Il centro offre 7,5 km di piste in un anello. Alcuni dei tracciati sono inoltre anche omologati per concorsi nazionali ed internazionali. Le piste sono accessibili con lo Skipass “Trentino Nordic”. E per chi ha dimenticato l’attrezzatura c’è anche un noleggio sul posto.
 
 

Passo Lanciano (AQ)

Passo Lanciano

 
Con un’altitudine di 411m – 610m Passo Lanciano – Majelletta comprende ben 18 piste servite da 10 impianti di risalita. Ampia la scelta in base all’esperienza, con prevalenza (69%) di piste rosse. Il comprensorio prevede un totale di 16 km di piste.
 
 

Pollein (AO)

Pollein – Pila

Pollein è un comune italiano di 1.451 abitanti della Valle d’Aosta centro-meridionale. Lasciate le chiavi in albergo o in un cassetto di casa e preparatevi a vivere l’esperienza dello sci totale, siete in Val d’Aosta: siete arrivati a Pila! Pila è un attico sulla città di Aosta, posta all’interno di una conca che gode di una vista a 360° sulle vette alpine ed è ricca di vegetazione: dai bosci di larici a quelli di abete. Un panorama che vi permetterà di ammirare il Monte Bianco, il Cervino, il Monte Rosa fino al Grand Combin.

 

Folgarida (TN)

Folgarida – Marilleva

 
L’area sciistica di Folgarida – Marilleva rappresenta assieme alle piste di Passo Tonale e della Val di Pejo il fiore all’occhiello dell’offerta neve della Val di Sole. Il collegamento sciistico con Madonna di Campiglio è un ulteriore vantaggio al già di per se ricco complesso di piste da sci nello splendido scenario del Brenta. Di ottimo livello il panorama ricettivo della Val di Sole che oltre alle due citate località  comprende tra le principali: Dimaro, Mezzana, Malè, Ossana, Pellizzano e Vermiglio. La stazione invernale di Folgarida – Marilleva fa parte del Circuito Skirama (unico skipass per 8 diverse aree sciistiche, 2 delle quali collegate tra di loro con sci ai piedi).
 

 

Livigno (SO)

Livigno

Livigno è un comune italiano di 6 292 abitanti della Provincia di Sondrio, in Lombardia. Livigno è un una stazione in provincia di Sondrio, in Lombardia. Grazie alla sua splendida posizione tra il Parco Nazionale Svizzero ed il Parco Nazionale dello Stelvio è molto famosa e frequentata da un pubblico Nord europeo, che ne apprezza particolarmente il clima frizzante e secco, la disposizione della valle Nord-Sud che assicura la possibilità di sciare sui due versanti: del Mottolino e del Carosello 3000 – su piste soleggiate da mattino a sera, ma soprattutto gli oltre 115 km di piste perfettamente innevate, anche grazie ad una copertura del 70% assicurata dall’innevamento artificiale.
 
 
 

Madonna di Campiglio (TN)

Madonna di Campiglio

 
Nobile di storia e di fascino Madonna di Campiglio è conosciuta come la Perla delle Dolomiti ed esercita da oltre cent’anni un irresistibile richiamo sugli sciatori. Offre un dominio sciabile fantastico e 59 impianti all’avanguardia che collegano sci ai piedi l’area di Campiglio con quella di Folgarida-Marilleva. Un comodo sistema di ski weg favorisce il passaggio da un versante all’altro. Sono 60 i km di piste su Campiglio, di cui 33 facili, 20 di difficoltà media e 7 alta, per soddisfare ogni esigenza, e altrettanti nella ski area collegata di Folgarida-Marilleva (un totale di 120 km di tracciati). Lo Skipass è quello di Skirama Dolomiti Adamello Brenta. 50.000 mq di piste e salti attrezzati sono mantenuti allo Snowpark Ursus in loc. Grostè. Nelle 10 scuole di sci oltre 150 maestri mettono a disposizione esperienza e competenza specializzata nelle diverse tecniche. Si pattina sul laghetto ghiacciato nella conca di Campiglio. Al Centro fondo Campo Carlo Magno 22 km di tracciati offrono piste riservate a campo scuola e altre all’agonismo. Il centro aderisce al SuperNordicSkipass. Sempre in questa zona sono predisposti e segnalati vari itinerari per passeggiate e gite sulla neve, a piedi, con le racchette da neve e con gli sci d’alpinismo. La località è famosa per la sua mondanità, ma bastano pochi passi fuori dal paese per immergersi in un girotondo di laghi, vallette e rifugi nello spettacolo delle Dolomiti di Brenta.

 

Moena (TN)

Moena – Alpe Lusia

 
Un moderno centro sciistico con 26 km di piste ottimamente tenute e garantite dall’innevamento programmato, che regalano emozioni e divertimento agli sciatori di qualsiasi livello, compresi i più esigenti. L’area dell’Alpe di Lusia dispone di 8 impianti di risalita di ultima generazione: una telecabina con 12 posti ad agganciamento automatico, una funivia da 36 posti, 5 seggiovie quadriposto ad agganciamento automatico e uno skilift campo scuola. C’è la possibilità di noleggiare le attrezzature sportive. Moena-Alpe Lusia fa parte della Skiarea Trevalli, che ha un proprio skipass e consente di sciare in un comprensorio famoso per l’elevata qualità degli impianti e delle piste che si sviluppano per 100 km, e per la bellezza dei panorami che spaziano dal gruppo del Catinaccio al Sassolungo, dalle Pale di San Martino al Latemar. Per i piccoli sciatori è a disposizione un baby club con l’assistenza della Scuola Sci Moena Dolomiti. Nello snow park del Lusia – Lusia Boardercross – vengono realizzati salti di diverso tipo, con alcuni rail e un boarder. È situato sul versante che dà verso Bellamonte, altra porta di accesso alla zona sciistica del Lusia.
 
 

Ovindoli (AQ)

Ovindoli

Ovindoli è un comune italiano di 1.259 abitanti della provincia dell’Aquila in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Sirentina e compreso all’interno del parco regionale naturale del Sirente – Velino.
Ovindoli
è una stazione in provincia dell’Aquila in Abruzzo, all’interno del parco naturale del Sirente – Velino, sulle pendici del monte Magnola. Insieme a Campo Imperatore e Campo Felice formano il comprensorio delle Tre Nevi. Con le sue piste ampie e di varie difficoltà, per 30 km, Ovindoli è una delle skiarea più note dell’Appennino centrale. Chicca: grazie alla sua altitudine tra i 1400-2200 metri ed alla sua posizione Ovindoli gode di un innevamento naturale costante ed abbondante

 

Rivisondoli (AQ)

Rivisondoli

 
Rivisondoli centro esteso sull’altopiano delle Cinque Miglia è una delle più importanti località di villeggiatura in Abruzzo e, vista nella sua unitarietà con l’area di Roccaraso, costituisce una delle porte di accesso al più importante comprensorio sciistico del Centro – Sud Italia. Si estende su un’ area che parte dai 1.390 metri sulla base degli impianti ai 2.056 metri di Monte Pratello. L’intera zona sciistica dispone di 1 cabinovia con agganciamento automatico, 2 seggiovie e 6 skilift, che serve 48 km di piste di difficoltà variabile: dal campo scuola a quelle omologate per gare nazionali e internazionali: queste ultime sono collegate con altri 670 km di piste servite dagli impianti della vicina stazione di Roccaraso Aremogna – Pizzalto, su cui si scia con lo stesso Skipass Alto Sangro, con il quale si può anche sciare sulle piste di Pescocostanzo e Pescasseroli.
 
 

Pescasseroli (AQ)

Pescasseroli

Pescasseroli è il centro più importante del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. La stazione sciistica di Pescasseroli offre ampie e diverse possibilità per lo sport e la vacanza invernale: piste da discesa, efficienti impianti di risalita, neve programmata, servizi, anelli per lo sci da fondo e un’infinità di sentieri da percorrere in armonia con la natura, con la stessa filosofia del suo splendido Parco.
I 5 impianti e i 3 punti ristoro servono circa 20 km di discesa per ogni difficoltà suddivisi in 15 piste da sci.
 
 

Parco Nazionale dell’Abruzzo

Parco Nazionale dell’Abruzzo

 
 
L’Abruzzo, terra di montagne e di parchi, vanta numerose stazioni sciistiche dove è possibile trascorrere delle ottime giornate all’insegna degli sport invernali. Le montagne abruzzesi offrono un buon innevamento nei mesi più freddi e le temperature rigide consentono a molti impianti di mantenere il manto nevoso anche grazie all’apporto di neve artificiale. L’area sciistica in Abruzzo conta un totale di 400 km di piste, da quelle più note di Campo FeliceOvindoli e Roccaraso, passando per la leggendaria stazione del Gran Sasso di Campo Imperatore, fino a PescasseroliTagliacozzo e Passo Lanciano. La vicinanza con Roma (la maggior parte delle località dista meno di due ore dalla capitale italiana), la bellezza della natura (si può sciare a cavallo tra 4 parchi nazionali) e l’ospitalità degli abitanti, sono considerate da anni la carta vincente dell’Abruzzo sciistico.
 
 

Roccaraso (AQ)

Roccaraso

 
 
 
Roccaraso rappresenta l’eccellenza delle proposte sciistiche nel centro-sud Italia. Situata a 1250 m s.l.m., conosciuta già dai primi del ‘900, è la località sciistica più nota ed attrezzata dell’Appennino, in provincia dell’Aquila, sugli Altopiani Maggiori, tra le due grandi aree protette dei Parchi Nazionali, il Parco Nazionale d’Abruzzo e quello della Majella.
L’attrezzata stazione turistica propone un bacino sciistico (Aremogna-Montepratello) con trenta modernissimi impianti a fune con 110 km di discesa. Le piste da fondo, lo snowpark, la possibilità di praticare sci-escursionismo, lo stadio del ghiaccio, completano l’offerta, in un ambito naturalistico di assoluto pregio. L’eccellente dotazione alberghiera e commerciale, i centri benessere e le tante possibilità di svago, assicurano una vacanza attiva, all’insegna del benessere psicofisico e del relax
 
 

San Martino di Castrozza

San Martino di Castrozza – Passo Rolle

San Martino di Castrozza è una località turistica (invernale ed estiva) situata nell’alta valle del Primiero, nel Trentino orientale. San Martino di Castrozza è un’importante location sciistica in Valle del Primiero in Trentino, incastonata in una conca nel centro del Parco Naturale Panaveggio Pale di San Martino. Circondata da monti dolomitici stupendi come il gruppo Pale di San Martino, il Cimon della Pala, la Vezzana, il Rosetta, il Sass Maor, la Cima della Madonna, la Cavallazza e il Colbricon. San Martino di Castrozza è, insieme al Passo Rolle, la skiarea del Primiero e fa parte del maxi comprensorio Dolomiti Superski. Con i suoi 45 km di piste del Carosello delle Malghe e del Colverde San Martino è una gemma tra le Dolomiti.
 
 
 

Val Gardena (Badia Pedraces- BZ)

Sella Ronda

  
La Val Gardena non ha semplicemente scritto la storia dello sci grazie ai suoi campioni degli sport invernali, ma si rivela ogni anno immancabile punto di ritrovo per l’elite sciistica mondiale. Il collegamento con Dolomiti Superski (il più grande carosello sciistico del mondo) e la vicina Alpe di Siusi è un eldorado per gli sportivi invernali. Attraverso lo Skipass Dolomiti Superski tutti gli impianti di risalita delle Dolomiti sono facilmente fruibili con 500 km di piste interamente collegate con le altre zone sciistiche intorno al Sella e un totale di 1.220 km di piste in 12 zone. Piste più o meno ripide, semplici o estremamente impegnative; impianti attualissimi e romantici ritrovi in malga: sorprese ed offerte stuzzicanti aspettano solo Voi.
 
 

Val di Fassa

Val di Fassa

La Val di Fassa è una delle principali valli dolomitiche ed è situata nel Trentino nord-orientale.
Le località sciistiche della valle fanno parte del consorzio Dolomiti Superski, il più esteso al mondo. Le aree sciistiche della valle sono le seguenti:
Catinaccio-Rosengarten
, presso Vigo e Pera di Fassa.
Belvedere/Col Rodella di Canazei/Campitello
, di notevoli dimensioni, collegata con val Gardena (BZ) e Arabba-Marmolada (BL). Da qui si può partecipare al giro del dolomitico Gruppo del Sella, chiamato Sellaronda.
Tre Valli
presso Moena e passo San Pellegrino-Falcade (BL).
 
 

Val Pusteria (Rasun di Sopra – BZ)

Alta Val Pusteria

 
La Val Pusteria, come anche le sue valli laterali, rappresentano un vero e proprio paradiso per chi ama gli sport invernali. Sci di fondo, escursioni con le ciaspole, arrampicate su ghiaccio, hockey su ghiaccio, sci o snowboard, la valle offre condizioni ideali per la pratica di sport invernali a cielo aperto, non solo grazie al paesaggio da favola. I comprensori sciistici della Val Pusteria, della Valle Aurina, Val Badia e del Tirolo Orientale sono molto amate e famose anche oltre i confini. Le famiglie preferiscono le aree sciistiche a misura di famiglia, mentre più esperti spesso scelgono il Plan de Corones oppure Alta Badia, grazie alla grande varietà di piste. Scoprite i comprensori sciistici della Val Pusteria e fate la Vostra scelta.
 
 
 
 
 

Canale d’Agordo (BL)

Valle di Gares

 
 La Valle di Gares è completamente inserita nel territorio del comune di Canale d’Agordo. Confina a sud con i comuni di Tonadico (TN), Siror (TN), Taibon Agordino, a est con i comuni di Vallada Agordina e Cencenighe Agordino) e a ovest con il comune di Falcade. La valle si origina nell’Altopiano delle Comelle, nelle Pale di San Martino e termina alla confluenza con il torrente Biois in località I Forn. E’ attraversata dal torrente Liera che si getta nel torrente Biois. Questa vallata è una delle più belle dal punto di vista naturalistico. Non è stata intaccata dal turismo di massa, conserva meravigliosi esempi di flora e fauna. In località Pian de Giare, nei pressi del villaggio di Gares, è visitabile un bellissimo biotopo che raccoglie molte specie animali. In questa vallata vi è la possibilità di usufruire di un comodo campeggio, di un albergo, di due ristoranti, una malga e moltissimi itinerari di escursioni estive e invernali. Durante la stagione invernale è a disposizione di appassionati e professionisti, una pista di sci da fondo dagli scorci mozzafiato, con il panorama di bellissime cascate naturali.