A Tavola con la Fata delle Dolomiti – incontri enogastronomici

COSA: incontri enogastronomici “A Tavola con la Fata delle Dolomiti”.

QUANDO: dal 15 al 20 marzo 2015.

DOVE: Passo San Pellegrino, Moena.

ORARIO: tutte le sere su prenotazione.

DETTAGLI:  settimana gourmet per lasciarsi corteggiare da piatti e sapori chiaramente ispirati al territorio, ma rivisitati con raffinata sapienza, fantasia e creatività, dagli chef di Ristora Moena.
Cibi della tradizione e sapori lontani si sposano nella famosa rassegna gastronomica “A Tavola con la Fata delle Dolomiti”. Un viaggio che parte dai sapori più autentici delle dolomiti di Fassa per condurre lontano. Si esplorano orizzonti diversi “A Tavola con la Fata delle Dolomiti”, la celebre rassegna enogastronomica che si svolge a Moena da domenica 15 a venerdì 20 marzo 2015. Gli chef dei ristoranti Malga Panna, Foresta, Tyrol e Fuciade, riuniti nell’associazione Ristora Moena a capo da diciannove anni della manifestazione che nel corso del tempo ha conquistato anche i più raffinati gourmet, accostano nel piatto i due volti culinari della valle: da un lato la forza dei sapori ladini autentici e, dall’altro, la capacità di accogliere e amalgamare con sapienza i gusti inconsueti. Presentazione e servizio, particolarmente curati, sono altri elementi distintivi della rassegna, cresciuta nei numeri tanto che per assicurarsi la partecipazione i clienti più affezionati dei quattro ristoranti moenesi prenotano con mesi di anticipo. Da sottolineare anche il prezzo promozionale dei menù, per piatti di assoluta qualità accompagnati da vini dell’eccellenza trentina e altoatesina.

VAL DI FASSA

 La Val di Fassa (val de Fascia in ladino, e Fassatalin tedesco) è una delle principali valli dolomitiche ed è situata nel Trentino nord-orientale.

Costituita da sette comuni, è attraversata per intero dal torrente Avisio, un affluente di sinistra del fiume Adige. La valle è circondata da alcuni dei più importanti massicci delle Dolomiti, i Monti Pallidi: la Marmolada, il Gruppo del Sella, il Gruppo del Sassolungo, il Gruppo del Catinaccio, ma anche da montagne a litologia non dolomitica quali il Buffaure e i Monzoni.

È l’unica valle trentina (assieme alle valli di Gardena e Badia in Alto Adige e alla valle di Livinallongo e parte della conca ampezzana in Veneto), dove tuttora si parla la lingua ladina (più precisamente il ladino dolomitico).

La Val di Fassa è collegata alle altre valli dolomitiche attraverso numerosi valichi: il passo San Pellegrino collega Moena con la valle del Biois (BL), il passo Fedaia collega con Rocca Pietore, il passo di Costalunga connette Vigo con la val d’Ega (Alto Adige), mentre da Canazei è possibile raggiungere Livinallongo (BL) tramite il passo Pordoi e la val Gardena (BZ) tramite il passo Sella.

Le attività che si svolgono in valle sono legate principalmente al turismo, sia estivo che invernale. Le località sciistiche della valle fanno parte del consorzio Dolomiti Superski, il più esteso al mondo.

La fama internazionale della località ampezzana si deve anche alle sue piste da sci, tra le più impegnative e panoramiche di tutte le Dolomiti.

Il simbolo di turistico di Cortina d’Ampezzo, è il logo raffigurante un piccolo scoiattolo rosso, accostato alla scritta corsiva riportante il nome del comune.

VERIFICA GLI HOTEL IN OFFERTA