Val di Fassa e Trentino: il calendario dei mercatini di Natale

 

COSA:il calendario ufficial dei Mercatini di Natale in Trentino e in Val di Fassa.

QUANDO:

  • Moena: 12, 14, 16, 18, 21-24, 28-31 dicembre 2014; 1, 4, 5 gennaio 2015
  • Pera di Fassa: 6-8, 14-15 dicembre 2014
  • Vigo di Fassa: 7-8, 14-15 dicembre 2014

DOVE: Moena, Pera di Fassa, Vigo di Fassa.

DETTAGLI: finalmente online il calendario dei Mercatini di Natale in Trentino e Val di Fassa. Anche quest’anno puoi organizzare il ponte dell’Immacolata intorno all’8 Dicembre per visitare i tipici mercatini di Moena e Vigo.
Non solo, la Val di Fassa può costituire il punto di partenza per visitare anche gli altri noti mercatini dell’Alto Adige, quali il mercatino di Bolzano a 45 minuti di macchina, o il mercatino di Merano raggiungibile in auto in circa 1 ora e mezzo.
Oltre ai classici, in Trentino e nell’Alto Adige sono tante altre le località che offrono lo spettacolo dei mercatini con casette addobbate, luci, prodotti tipici e rappresentazioni folkloristiche popolari.
Da non perdere anche l’appuntamento del 6 dicembre, per assistere alla manifestazione organizzata per il giorno di San Nicola a Canazei, Alba, Penia, Pozza o Vigo con diavoli e santi!
I mercatini costituiscono il modo più gioioso per vivere il Natale in montagna, passeggiando per i centri storici dei paesini addobbati e decorati fra i presepi, le candele profumate, i giocattoli in legno, le casette addobbate, tutto col sottofondo dei classici canti natalizi.

VAL DI FASSA

 

 La Val di Fassa (val de Fascia in ladino, e Fassatalin tedesco) è una delle principali valli dolomitiche ed è situata nel Trentino nord-orientale.

Costituita da sette comuni, è attraversata per intero dal torrente Avisio, un affluente di sinistra del fiume Adige. La valle è circondata da alcuni dei più importanti massicci delle Dolomiti, i Monti Pallidi: la Marmolada, il Gruppo del Sella, il Gruppo del Sassolungo, il Gruppo del Catinaccio, ma anche da montagne a litologia non dolomitica quali il Buffaure e i Monzoni.

È l’unica valle trentina (assieme alle valli di Gardena e Badia in Alto Adige e alla valle di Livinallongo e parte della conca ampezzana in Veneto), dove tuttora si parla la lingua ladina (più precisamente il ladino dolomitico).

La Val di Fassa è collegata alle altre valli dolomitiche attraverso numerosi valichi: il passo San Pellegrino collega Moena con la valle del Biois (BL), il passo Fedaia collega con Rocca Pietore, il passo di Costalunga connette Vigo con la val d’Ega (Alto Adige), mentre da Canazei è possibile raggiungere Livinallongo (BL) tramite il passo Pordoi e la val Gardena (BZ) tramite il passo Sella.

Le attività che si svolgono in valle sono legate principalmente al turismo, sia estivo che invernale. Le località sciistiche della valle fanno parte del consorzio Dolomiti Superski, il più esteso al mondo.

La fama internazionale della località ampezzana si deve anche alle sue piste da sci, tra le più impegnative e panoramiche di tutte le Dolomiti.

Il simbolo di turistico di Cortina d’Ampezzo, è il logo raffigurante un piccolo scoiattolo rosso, accostato alla scritta corsiva riportante il nome del comune.

VERIFICA GLI HOTEL IN OFFERTA